IL MONDO CAPOVOLTO
SEMINARIO PER LE SCUOLE

Ciò che offrirò ai vostri figli è fantasia, invenzione e creatività. Mi sembra necessario liberare i bambini dalla prigionia della televisione e dello smartphone, due ladri di tempo che li derubano di ore preziose e li rendono spettatori passivi. I bambini hanno bisogno di inventare quanti più mondi possibili, per essere infine in grado di scegliere il loro.

Destinatari:

Bambini di scuola Primaria, classi IV e V.
Ragazzi di scuola Media inferiore.

Scrivere vuol dire esercitare la fantasia, da 0 a 100.

Il pensiero è la nostra energia suprema, e i pensieri, anche i più semplici, raccontano delle storie. Se non pensassimo al futuro, immaginando cosa faremo tra un giorno, un mese, un anno o più, saremmo semplici vegetali. Desiderando un avvenire piuttosto che un altro, srotoliamo una pellicola che ci vede protagonisti. Vogliamo diventare calciatori? Ecco che nella nostra mente appaiono le immagini di noi che giochiamo, esultiamo per un gol fatto o ci deprimiamo per una sconfitta. Vogliamo diventare attrici e ballerine? Il pensiero ci fa correre su un palco e fantasticare di gente entusiasta che ci applaude. 
Pensare è raccontare, e tutti noi, per il solo fatto di essere dotati di cervello, siamo scrittori, inventori della nostra vita e del futuro che ci attende. 
Un corso di scrittura creativa è anche un modo di combattere l'estrema invadenza di attività ludiche passive. Quando noi insegnanti eravamo bambini, i negozi di giocattoli vendevano scatole di costruzioni Lego costituite da mattoncini colorati e nient'altro. Alla nostra fantasia era delegato il compito di ideare la costruzione da realizzare. Oggi, in quelle stesse scatole vediamo ritratto l'oggetto da costruire, e i mattoncini servono a dare una forma precisa e precostituita alla nostra fantasia. Non è forse questo un deprimente segno dei tempi? Scrivere significa far lavorare la fantasia partendo dal nulla, da un foglio immacolato e in assoluta libertà.
 
Come si svolge:

Durante ogni lezione, si prende in esame un eroe o un'eroina delle fiabe e si incoraggiano gli allievi a immaginare versioni differenti delle storie che conoscono. In questo modo, facendoci guidare da un lupo vegetariano o da un principe innamorato della sorellastra di Cenerentola, si arriva a capire che le possibilità della letteratura sono infinite.

Obiettivi generali:

--Sviluppare abilità di ascolto.
--Potenziare l'auto-conoscenza.
--Riconoscere le proprie emozioni e imparare a raccontarle.
--Potenziare la capacità di visualizzazione.
--Utilizzare capacità immaginifiche.
--Potenziare le abilità espressive e comunicative.
--Acquisire consapevolezza degli strumenti linguistici.
--Amare la lettura e la scrittura.
--Acquisire capacità comunicative creative.

Obiettivi particolari:

--Sperimentare il processo creativo.
--Trasformare un'idea in un soggetto narrativo.
--Trovare il proprio stile.
--Scegliere l’ambientazione.
--Imparare i trucchi narrativi: digressione, colpo di scena, deus ex machina.
--Strutturare un canovaccio.
--Scrivere una scaletta con i punti cardini del racconto.
--Saper lavorare con personaggi e situazioni: protagonisti e comprimari, ambienti, tempo, azione, dialoghi, pensieri, sensazioni, emozioni.
--Imparare a descrivere la realtà.

 

Tempi:

Il laboratorio può essere modulato in vario modo, programmando una serie limitata di incontri o attuandolo durante l’intero anno scolastico, come didattica trasversale a tutte le discipline.

Per portare il progetto nella propria scuola e concordare modalità e prezzi, scrivere a: fconsiglio@live.it

Puoi pagare i miei servizi con Paypal

© 2020 Francesco Consiglio - p.i.02545460699 - Creato con Wix.com